“Questa volta a smuovere le acque siamo noi”: è quanto si legge sul volantino di un corteo di protesta che si terrà il 6 ottobre con partenza dal parcheggio Galatea a Partanna Mondello.
A sfilare saranno i residenti di Partanna Mondello, Tommaso Natale, Valdesi e Mondello, stanchi di subire danni ogni qualvolta si verifica un acquazzone, stanchi di veder danneggiate le loro case e le loro attività per l’acqua alta che trasforma le strade in fiumi.

Il comitato emergenza allagamenti della VII circoscrizione, l’associazione Aiace e l’associazione comitati civici hanno organizzato la mobilitazione sperando di ottenere risposte dal Comune e dalla Regione. Dicono infatti: “Da decenni subiamo gli odiosi allagamenti causati dalle mancanze di Comune e Regione che non hanno ancora realizzato le opere primarie della raccolta delle acque reflue e fognarie”.

Il corteo di protesta dei residenti delle borgate marinare di Palermo partirà alle 10,30 per dire “Stop allagamenti” alle amministrazioni e terminerà con un flash mob davanti la scuola Santocanale.

Gli organizzatori spiegano ancora: “E’ una manifestazione pacifica e aperta a tutti, per dare un messaggio a chi ci amministra, affinché venga adottata ogni misura ordinaria e straordinaria in modo che le nostre abitazioni, i nostri veicoli, le nostre cose più care non vengano più danneggiate dagli allagamenti per la mancanza, ancora dopo 40 anni, delle giuste e regolari infrastrutture.
Ma soprattutto la nostra serenità messa a dura prova dopo ogni acquazzone.
ADESSO BASTA UNITI POSSIAMO FARCELA..!!!#stopallagamenti#
#unitisivince#
#partannamondelloesiste#”