Il giudice del tribunale di Palermo ha convalidato il fermo di Gaetano Giampino, 65 anni, l’uomo che giovedì sera ha sparato a Salvatore Maranzano nel corso di una lite allo Zen.

Gli agenti della squadra mobile poco dopo il ferimento avevano fermato Giampino che portato in questura aveva confessato. L’uomo è difeso dagli avvocati Daniel Russo e Valentina Clementi. La pistola ancora non è stata trovata.

L’ex pip Maranzano adesso bidello all’istituto comprensivo Falcone ricoverato all’ospedale di Villa Sofia sarebbe fuori pericolo.

Giampino ha litigato con Maranzano giovedì sera, poi è corso a prendere una pistola dalla sua auto e ha esploso due colpi: uno ha ferito il bidello all’addome.

Alla base del litigio una discussione animata fra Maranzano e la moglie di Giampino a causa di una lite per una precedenza davanti ad un negozio di detersivi allo Zen.