Il giudice Guglielmo Ferdinando Nicastro ha condannato a 3 anni e 4 mesi di carcere e la revoca della patente per omicidio stradale e omissione di soccorso Salvatore Tranchina, 52 anni.

La pena inflitta col rito abbreviato.

Tranchina è accusato di avere travolto e ucciso il 27 aprile 2017 Giuseppe Gambino, 33enne banconista della gelateria Ilardo. A bordo della Bmw X1 si sarebbe dato alla fuga per poi costituirsi qualche ora. L’impatto è avvenuto intorno alle 2.30 di notte in via Messina Marine, all’altezza di via Maresciallo Armando Diaz.

Gambino si trovava in sella alla sua bicicletta e stava percorrendo la strada da Villabate verso Palermo per raggiungere casa della madre. Poi il violento impatto sentito anche dalla moglie e dal figlio di 6 anni. La famiglia della vittima è difesa dall’avvocato Giuseppe Incardona.

La moglie il figlio dall’avvocato Daniele Fresta e Giada Traina. Per ulteriori dettagli bisognerà attendere il deposito delle motivazioni della sentenza che avverrà entro i prossimi 90 giorni.