Da oggi un tratto del Foro Italico di Palermo porterà il nome di Yasser Arafat, premio Nobel per la Pace. L’iniziativa è stata promossa dal Comune di Palermo, dalla Rete Palermitana di Solidarietà “Con la Palestina nel Cuore” e da CISS – Cooperazione Internazionale Sud Sud, e si inserisce tra quelle organizzate in Città per rimettere al centro dell’attenzione i diritti del Popolo palestinese.

“Palermo – ha dichiarato il sindaco Orlando – nel 1996 ha intitolato una via della Città al Premio Nobel Yitzhak Rabin, ucciso nel 1995, e oggi un piazzale sul lungomare a Yasser Arafat, che con Rabin ha condiviso il Premio Nobel. Gli accordi di Oslo – ha continuato il primo cittadino – si devono al loro coraggio perché hanno compreso che la pace può superare e supera vecchie inimicizie tra i popoli. Sarebbe importante, e io nutro speranza – ha concluso Orlando – che si possa tornare allo spirito di Oslo e ad una duratura pace tra i popoli”.

La cerimonia di intitolazione si è svolta questa mattina al Foro Umberto I alla presenza del sindaco Leoluca Orlando, degli assessori Adham Darawsha, Giusto Catania, Roberto D’Agostino, Giovanna Marano e Maria Prestigiacomo, di alcuni consiglieri comunali e di circoscrizione. Sono intervenuti, inoltre, Nasser Al-Kidwa, nipote di Yasser Arafat e presidente della Yasser Arafat Foundation (YAF), Fatima Baroudi, console generale del Marocco, Fateh Hamdan, rappresentante della Comunità palestinese in Sicilia e il presidente della Consulta delle Culture, Ibrahima Kobena.

Grande apprezzamento è stato espresso da Nasser Al-Kidwa. “E’ indicativo – ha dichiarato – che una Città come Palermo abbia scelto di onorare un posto così bello con il nome di Yasser Arafat, come simbolo di pace nel Medio Oriente e di riconciliazione tra due popoli: quello israeliano e quello palestinese”.