Una camminata non competitiva attraverso i monumenti di Palermo: venerdì 24 maggio si svolgerà la 5.30, partenza ore 5.30 da Piazza Verdi, Teatro Massimo, per promuovere uno stile di vita sano attraverso il movimento.
Nata a Modena nel 2009 con 570 partecipanti, lo scorso 2018 si è corsa in tantissime città italiane e nel Regno Unito per un totale di 35mila partecipanti.

Oltre ad uno stile di vita sano si promuove la cultura, l’arte e l’esperienza in un giorno lavorativo (venerdì), nel contesto in cui la gente vive e lavora, con un evento sostenibile a impatto zero.

Si tratta di un fenomeno sociale e di costume con una sveglia che punta dritto al cuore del benessere, perché la gara vuole ispirare le persone a fare scelte smart e vantaggiose, giorno dopo giorno e perché basta poco per essere felici.

La manifestazione è stata ideata dal pubblicitario Sergio Bezzanti e dalla biologa nutrizionista Sabrina Severi, un grande progetto di comunicazione incentrato sul binomio movimento e sana alimentazione con un ristoro di frutta fresca di stagione, le gioiose ciliegie.

Commenta Luisa Balsamo (ultramaratoneta), organizzatrice della gara palermitana: “Sono molto orgogliosa di essere riuscita a portare a Palermo una manifestazione come la 5.30. Nessuno delle persone che mi stavano accanto sei anni fa credeva nello spirito semplice e vero di una camminata senza chip e senza agonismo. In realtà la 5.30 è per molti un trampolino di lancio verso quella che poi diventerà una vera e propria passione: la corsa.
Ricevere consensi da un numero così ampio di persone che iniziano proprio dalla 5.30 mi rende sempre di più felice – aggiunge la Balsamo – proprio perché io sono abituata al mondo dell’agonismo e delle gare lunghe, ma vedere la soddisfazione stampata nei visi delle persone al traguardo dei loro primi 5.300km è davvero indescrivibile.
Grazie a tutti i main sponsor, fra cui il Comune di Palermo, la Coldiretti, Fondazione Sicilia (ai quali si aggiungono  alcune attività commerciali). Con il loro aiuto la 5.30 diventa ogni anno sempre più bella e affascinante, ma soprattutto sempre più partecipata”.

Per partecipare ci si iscrive online dal sito run530.com  oppure presso i punti iscrizione presenti in ogni città. Con l’iscrizione viene consegnata la maglietta di cotone, quest’anno gialla, vera e propria icona della 5.30.

Dal 2010 il progetto 5.30 è stato portato nelle scuole superiori: da Modena a Milano poi Verona e Torino, più di 27.000 studenti coinvolti e 36.000 euro donati alle scuole per l’acquisto di attrezzature sportive.