la presidente di Confcommercio Palermo Patrizia Di Dio che ha inviato una lettera al sindaco Leoluca Orlando per chiedere il ripristino del decoro e della vivibilità in intere zone a forte densità commerciale e a vocazione turistica e rigidi controlli.

“E’ necessario – scrive la presidente di Confcommercio – porre un urgente rimedio al dilagare delle vendite ambulanti spesso di abusivi e spesso, per di più, anche di articoli importati, contraffatti e illegali perché l’immagine della città risulta compromessa. Riterremmo importante e improcrastinabile l’emanazione di una specifica ordinanza sindacale per migliorare il decoro urbano, impedendo, di fatto, agli ambulanti di eludere la normativa stazionando in aree adiacenti a quelle interdette. La situazione è divenuta incresciosa, non solo nelle zone del centro cittadino, ma anche nelle, di per sé splendide, borgate marinare, attualmente prese d’assalto dai venditori ambulanti”.

Confcommercio chiede al sindaco di estendere l’ambito di applicazione dell’ordinanza ad una intera zona che attualmente vieta la presenza di venditori ambulanti solamente nelle vie principali ovvero via Libertà, via Maqueda, corso Vittorio Emanuele, piazza della Vittoria e nel percorso arabo normanno. E, inoltre, chiede l’estensione anche a tutta l’area limitrofa preventivamente individuata. “Riteniamo ormai imprescindibile – scrive la presidente Patrizia Di Dio –  la previsione di un’inibizione assoluta della presenza di ambulanti nelle vie adiacenti a quelle già interdette, e ciò per evitare che quest’ultimi, con i loro banchi mobili, possano ad esempio, anche immediatamente cessato il controllo delle forze dell’ordine, stazionare nelle stesse aree interdette”.