All’alba della giornata di venerdì scorso, i Carabinieri della Compagnia di Vittoria hanno arrestato Gianluca Monachello, 37enne, disoccupato, residente a Vittoria, per violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale, lesioni personali e danneggiamento aggravato.

Giunti sul posto a seguito di segnalazione al numero di emergenza “112”, i Carabinieri hanno constatato che Monachello, dopo l’ennesima lite – per futili motivi – con i suoi vicini di casa, gli aveva danneggiato, utilizzando un piccone e una mazza di ferro, l’interno della loro abitazione e la loro autovettura, parcheggiata davanti casa, rompendone i vetri dei finestrini e arrecando danni alla carrozzeria.

L’uomo, che versava in un grave stato di alterazione psicofisica, alla vista dei Carabinieri si è scagliato contro di loro, colpendoli con calci e pugni, costringendoli a chiedere rinforzi ai colleghi della Polizia di Stato del Commissariato di Vittoria, che riuscivano a bloccarlo dopo alcuni tentativi. La fermezza e la preparazione professionale dei Carabinieri e degli agenti della Polizia di Stato hanno permesso l’immobilizzazione dell’uomo e la sua compiuta identificazione.

Le armi bianche utilizzate per compiere la distruzione degli interni dell’abitazione e dell’autovettura sono state sequestrate e i Carabinieri ed i Poliziotti aggrediti sono stati visitati e curati presso l’ospedale di Vittoria, riportando lesioni lievi agli arti superiori e inferiori.

Al termine delle formalità l’uomo è stato arrestato e posto a disposizione dell’Autorità giudiziaria di Ragusa che ne ha disposto il trasferimento presso la Casa Circondariale di Ragusa.

Il pronto intervento dei Carabinieri è stato attuato grazie all’immediata segnalazione dei cittadini e al sistema di controllo del territorio attuato dalla Compagnia Carabinieri di Vittoria che assicura costantemente presenza e capillarità sul territorio.