Picchiato a sangue a Pozzallo. Un giovane è stato aggredito solo perché omosessuale. La denuncia è stata presentata dai genitori.

L’aggressione in via Montanina a due passi dal corso principale. Il giovane di 29 anni sarebbe stato picchiato solo per avere reagito alle continue offese che si sono ripetute negli ultimi mesi.

Il giovane, come era sua abitudine stava sorseggiando un caffè in un bar del centro quando si è avvicinato un ragazzino e per l’ennesima volta lo ha apostrofato con termini che chiaramente facevano riferimento alla sua omosessualità.
Il giovane stanco dei continui insulti ha, per la prima volta reagito ma solo verbalmente, invitandolo ad allontanarsi e a non disturbarlo.

Dopo poco tempo in un  secondo bar poco vicino a quanto accaduto in precedenza dove si era nel frattempo recato il giovane lo stesso è stato raggiunto da un gruppo di persone  che senza nemmeno chiedere spiegazioni su quanto accaduto in precedenza e senza dare la possibilità al giovane di reagire, lo ha picchiato selvaggiamente procurandoli la frattura del setto nasale, lesioni varie e trauma cranico e toracico.

Il tutto come dicevamo in pieno centro ed in pieno pomeriggio verso le 18.30. Il giovane privo di sensi è stato immediatamente trasportato al pronto soccorso di Modica dove i sanitari gli hanno prestato i primi soccorsi e pianificato l’intervento chirurgico per domattina di ricostruzione del setto nasale.

Il gravissimo episodio è stato denunciato dai familiari preoccupati per lo stato di salute del giovane e visibilmente sotto choc per quanto accaduto, ai carabinieri di Pozzallo che stanno adesso svolgendo indagini per accertare con esattezza l’esatta dinamica dei fatti e per accertare l’identità degli aggressori che poco ci mancava che avrebbero lasciato privo di vita il giovane.

La notizia è stata divulgata da Ragusaoggi