• Lettera con minacce di morte è stata recapitata al sindaco di Comiso
  • Il capo dell’amministrazione presa di mira per un presunto aumento delle tasse
  • Maria Rita Schembari ha presentato una denuncia

Una lettera con minacce di morte è stata recapitata al sindaco di Comiso, Maria Rita Schembari. E’ stata lei stessa a diffonderla, svelandone il contenuto in cui l’autore la prende di mira per le imposte.

Le minacce di morte

Ci stai uccidendo con queste tasse altissime, se non le diminuisci ti uccidiamo” scrive il latore della lettera che prosegue con insulti ed altre minacce di morte, “ti diamo in pasto ai maiali”. La vicenda è ora nelle mani dei magistrati della Procura di Ragusa, dopo la denuncia del sindaco: è stata aperta un’inchiesta finalizzata all’identificazione del responsabile che ha utilizzato un foglio protocollo a righe ed una penna.

“Vado avanti con forza”

“Nessuno pensi così di intimidirmi. Anzi, ne traggo maggiore forza e determinazione” taglia corto Maria Rita Schembari, puntualizzando “che l’amministrazione non ha aumentato alcuna tassa in questi tre anni, anzi, ha posto in essere tutta una serie di sgravi e di incentivi ampiamenti comunicati ai cittadini”

“Deriva di una società malata”

“Preoccupa invece la drammatica – commenta il sindaco di Comiso –  deriva verso la quale si sta arenando una parte malata della società nella quale viviamo: quella del disprezzo della donna, quella dell’attacco alla persona, quella del sessismo becero. Sono convinta che la grande comunità che rappresento, fatta di gente onesta, per bene, lavoratrice e rispettosa di ogni singola persona a prescindere dal ruolo che ricopre, provi indignazione per tutto questo”.

Attacco alla donna

Per il sindaco, il contenuto della lettera ha anche una matrice sessista.  Si arriva anche a questo purtroppo, quando in una parte della società ammorbata dal cancro del livore e dell’ignoranza, prevale la convinzione che le minacce e le intimidazioni facciano paura – commenta Maria Rita Schembari -. Ci si arriva tra l’altro, attraverso l’attacco alla donna che amministra. Che fa politica. Più in generale, alla donna. E gli aggettivi usati ne danno l’ennesima conferma”.

La solidarietà

Minacce terribili, accompagnate da un linguaggio sessista e profondamente offensivo. Convinta solidarietà e sincera vicinanza al sindaco di Comiso, Maria Rita Schembari, per la lettera anonima ricevuta, ennesima riprova di quanto sia ormai grave il clima attorno a chi ha responsabilità di governo” dice il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci.

Anche la deputata regionale Giusi Savarino ha espresso solidarietà al sindaco di Comiso “Solidarietà a Maria Rita Schembri, come deputato regionale sono vicina al Sindaco di Comiso, bravissima amministratrice di #db che ha risollevato le sorti di una città con impegno e serietà. Come donna sono vicino all’amica Maria Rita, so bene che non saranno questi vili gesti, maschilisti e beceri, a fermare una donna come lei. Avanti così, noi siamo al tuo fianco.”