Lo scorso dicembre sui terreni agricoli del Resort Zahir Countryhouse e dell’Antica Masseria Corte del Sole posti a poche centinaia di metri dalla Riserva di Vindicari è avvenuta una speciale semina di grani antichi autoctoni siciliani. Per questo a Noto il prossimo sabato 8 giugno Michelangelo Pistoletto, uno dei “grandi vecchi” dell’arte contemporanea italiana, si presenterà come primo relatore di una tavola rotonda dal titolo Nuove forme creative di equilibrio tra Uomo e Natura.

Intorno a lui prenderanno posto Professori universitari e specialisti di varie discipline provenienti da ogni parte d’Italia. L’occasione è stata creata Alessia Montani una visionaria signora romana che ha deciso di dare vita a una startup dedicata alla rivitalizzazione di alcune preziose biodiversità siciliane.
Giurista/Imprenditrice e mecenate Alessia Montani vuole applicare le sue competenze per creare un approccio innovativo alla cultura di grani e altre antiche semenze che fuori dall’isola risultano ancora pochissimo conosciuti. Durante il consesso – aperto al pubblico – nella Galleria di Palazzo Nicolaci Montani presenterà oltre alla startup M’AMA.SEEDS il Parco delle antiche semenze, luogo destinato alla convivenza di arte, ricerca medico-scientifica e innovazione tecnologica.

La startup rappresenta un progetto ambiziosissimo: l’intento per cui nasce è infatti quello di porre in stretta relazione agricoltura, arte, ricerca medico-scientifica e innovazione tecnologia all’interno di un contenitore di impresa dedicato ai grani antichi del Mediterraneo di cui la Sicilia da sempre è un contenitore naturale. M’AMA.SEEDS a questo scopo si pone come un aggregatore capace di creare una filiera che comprenda coltivatori/produttori di semi autoctoni, produttori di materie prime o semi-lavorate, aziende del food, nonché canali distributivi ed utilizzatori finali come ristoratori e chef di altissima qualità che ne facciano il giusto uso. Tutti comunque uniti dalla volontà di valorizzare le biodiversità esistenti sull’isola.

Il Parco delle antiche semenze nasce come naturale sviluppo del progetto sotteso a questa startup. Alla coltivazione di questi antichi semi si affiancheranno installazioni pensate in maniera coerente da artisti di fama internazionale. La prima opera del realizzando Parco non poteva che essere l’installazione Terzo Paradiso il segno matematico dell’infinito composto da tre cerchi conseguenti: quelli esterni a rappresentare l’antinomia tra natura e tecnologia, quello centrale dedicata alla ricerca di quella connessione equilibrata, indispensabile per assicurare al genere umano la propria sopravvivenza.

Pistoletto ha sempre concepito il suo Terzo Paradiso come un’opera collettiva. Presentato per la prima volta alla Biennale di Venezia del 2005, ha coinvolto migliaia di persone in ogni continente – dagli spazi antistanti il Louvre di Parigi a piazza Duomo a Milano, dalla sede dell’ONU a Ginevra all’isola di Cuba e in Sicilia, a Palermo, Trapani e Catania. Questa volta si presenta come un solco tracciato tra le spighe percorribile girando in tondo sul suo disegno-icona dell’infinito.

Sabato 18 giugno 2019, ore 18.00.  Galleria Palazzo Nicolaci, Noto (SR).
www.mamaart.it/mamaseeds/