Protesta questa mattina al mercato generale di Siracusa, in via Columba, dei commercianti dell’ortofrutta che denunciano l’ aumento dei prezzi dei prodotti.  I manifestanti si sono trovati davanti all’ingresso chiedendo spiegazioni alla responsabile della struttura che li ha incontrati.

“Noi siamo qui per lavorare – hanno detto – ma non vogliamo speculare sulla pelle della povera gente, in questo momento c’è bisogno della solidarietà da parte di tutti noi. Il coronavirus virus colpisce indistintamente ricchi e poveri, per cui è inutile scatenare una guerra dei prezzi.  Noi vogliamo guadagnare il giusto, come fino ad ora abbiamo fatto. A noi non piace la speculazione, non vogliamo metterci soldi in tasca sulle spalle di un padre di famiglia”.

Ed uno di loro ha raccontato di un episodio accaduto nei giorni scorsi. “Una signora anziana – svela un commerciante di Siracusa – mi ha chiesto se potevo venderle un mazzo di broccoli a due euro quando io lo avevo acquistato a 2,50. Mi ha fatto tenerezza ed a quel punto glielo dato alla cifra che voleva, anzi che poteva permettersi. Come avrei potuto speculare su una povera donna, che magari rischiava di morire di fame ? Non stiamo facendo del male a nessuno, siamo qui solo per rivendicare giustizia”.