• Incendio nella zona tra Monterosso e Chiaramonte
  • Bruciati diversi ettari di bosco
  • Necessario l’intervento dei Canadair
  • Le fiamme domate all’alba
Un incendio di vaste proporzioni ha distrutto, nella serata di ieri, boschi e colture nella zona tra Monterosso Almo e Chiaramonte Gulfi. Le fiamme si sono levate altissime nella zona di contrada Passione, dove è presente un’area boschiva, in contrada Gucciardo, Pezzi Cugni e Paraspola.

In volo i Canadair

Per tutta la serata i Canadair hanno sorvolato il cielo della zona boschiva per cercare di domare le fiamme. Con loro, anche gli agenti della Forestale ed i Vigili del Fuoco. A tarda sera l’incendio è ripreso in una zona boschiva di competenza della Forestale.

Fiamme domate all’alba

Solo all’alba le fiamme sono state definitivamente domate. Sono andati distrutti alcuni casolari, un’abitazione e
parecchi ettari coltivati a uliveto. Le fiamme avrebbero interessato una zona di circa 300/350 ettari, ma la stima è
ancora approssimativa.

Danni alla Valle dell’Anapo

La conta, ingentissima, di danni è già iniziata nell’area della Valle dell’Anapo, nel Siracusano, devastata dagli incendi nei giorni scorsi. Ieri, invece, fiamme nella zona del fiume Anapo, a due passi dalla riserva Ciane Saline. In merito al rogo nella Valle non sono mancate le polemiche.

Le polemiche

Sappiamo bene che c’è rabbia e sgomento dice il deputato europeo del gruppo Greens/EFA Ignazio Corrao, ex del M5S –  perché l’incendio si è sviluppato dall’interno della Valle, quindi è praticamente certo che si tratti di un incendio doloso. C’è molta preoccupazione anche per la sicurezza del personale impegnato a spegnere le fiamme altissime”.

“In attesa di conoscere la risposta della Commissione Europea alla mia interrogazione, è fin troppo palese che la Regione si fa trovare puntualmente impreparata e senza la necessaria programmazione per affrontare il pericolo incendi della stagione estiva”  conclude il deputato europeo del gruppo Greens/EFA Ignazio Corrao