Le precarie condizioni dell’istituto alberghiero di Palazzolo, a causa delle infiltrazioni d’acqua, hanno costretto il sindaco Salvatore Gallo ed il Libero consorzio di Siracusa a chiudere la scuola per motivi di sicurezza. Gli studenti, al momento, restano a casa ma l’amministrazione assicura di aver trovato dei locali per il trasferimento degli alunni e del personale docente in modo da non perdere ancora troppe ore di lezione.

“Abbiamo individuato tre locali – spiega il sindaco di Palazzolo, Salvatore Gallo  – per la sistemazione delle 18 classi dell’Itis. Si tratta dell’Ostello della gioventù, un museo di arte contemporanea, che era un antico istituto scolastico. Proprio qui ci saranno da 7 a 9 classi. Inoltre, metteremo a disposizione l’ex istituto magistrale. Mi vedrò nelle prossime ore con il commissario del Libero Consorzio per studiare i dettagli di questi trasferimenti. Poi vedremo cosa fare sull’edificio dell’Alberghiero, a cominciare da una perizia tecnica che dovrà sostanzialmente svelarci quali sono le criticità”.

Il sindaco, in merito all’immobile che ospita l’Itis, è abbastanza critico e non risparmia frecciate

“L’Itis, inaugurato un po’ più di un decennio fa, è costato alla collettività 10 miliardi di lire. A causa sicuramente di un lavoro progettato male e realizzato peggio, dopo le piogge  della scorsa settimana e le infiltrazioni di acqua che ha subito il solaio, presenta dei danni seri” chiosa il sindaco Gallo.