L’eredità avrebbe fatto gola a tutti i familiari ma su quel tesoretto non avrebbero mai raggiunto un accordo. E così l’ultimo incontro stava per trasformarsi in tragedia perché un uomo di 45 anni, Gaetano Mancarella, residente a Priolo, nel Siracusano, ha aggredito in modo violento la moglie dello zio con cui, poco prima, avrebbe avuto un confronto dai toni piuttosto accesi. E’ stato arrestato con l’accusa di  lesioni personali dolose  e come disposto dalla Procura di Siracusa è stato accompagnato in carcere, nel penitenziario di Cavadonna.

Secondo la ricostruzione degli agenti di polizia, che hanno condotto l’indagine, l’indagato avrebbe preso a calci e pugni la donna, ma per nulla contento, avrebbe afferrato un bastone colpendo la vittima. Si sono vissuti momenti di paura, i parenti, in qualche modo, avrebbero provato a fermare l’impetuosità del quarantacinquenne. Sono state tante le chiamate ai centralini delle forze dell’ordine ed i primi ad arrivare sono stati gli agenti del commissariato di polizia di Priolo che hanno bloccato l’uomo. Il racconto dei testimoni e le ferite sul corpo della donna hanno inchiodato l’uomo alle sue responsabilità