Rabbia e dolore ad Avola per l’assurda morte di Roberta Racioppo, di 21 anni, travolta e uccisa da un’auto che viaggiava a folle corsa in contrada Zuccara. La giovane stava camminando a piedi con un’amica nei pressi del lungomare di via Elsa Morante quando è stata investita da un’auto, una Ford Focus. Il 19enne alla guida è stato arrestato con l’accusa di omicidio stradale.

Una morte tragica quella della giovanissima Roberta Racioppo, avvenuta dopo una serata trascorsa in compagnia degli amici. Stava rientrando a casa ma un incidente stradale ha spezzato la sua giovane vita.  La Procura di Siracusa sta indagando sull’incidente mortale e oggi potrebbe restituire ai familiari il corpo della 21enne per celebrare l’ultimo saluto.

Intanto oggi andrà davanti al giudice Francesco Magliocco, il diciannovenne, agli arresti domiciliari, alla guida dell’autovettura che ha travolto e ucciso Roberta in via Elsa Morante. Il giovanissimo avrebbe guidato l’auto in stato si alterazione psicofisica, per questo risponderà dell’accusa di omicidio stradale.

Nel corso del fine settimana un altro giovane è morto a causa di un altro incidente mortale. Si tratta di Marcolino D’Angeli, di 26 anni, morto a Siracusa nello schianto tra la sua moto e un’automobile.