“I tecnici Arpa e Asp hanno già realizzato i necessari prelievi nello specchio acqueo interessato dalla moria di pesci. Da un primo sopralluogo ieri, il fenomeno fortunatamente appare circoscritto”. Lo afferma l’Area marina protetta del Plemmirio di Siracusa dopo la moria di pesci nelle acque della Pillirina, sulla costa di Siracusa.

“Tuttavia attendiamo naturalmente di conoscere l’esito delle analisi scientifiche e sul posto oggi stanno realizzando un sopralluogo anche i nostri subacquei” fanno sapere dall’Area marina protetta del Plemmirio.

 

 

A denunciare l’episodio è stata l’associazione Sos Siracusa che ha pubblicato un post sulla propria pagina Facebook. “Stamane ritrovati numerosi esemplari di pesci morti all’interno di diverse pozze delle latomie costiere limitrofe a ripe bianche tra Punta Mola e Punta Tavola” scrivono gli ecologisti. Tra gli esemplari morti anche alcune baby cernie e numerosissimi gamberetti.

La faccenda è poi finita sul tavolo del presidente dell’Area Marina Protetta, Patrizia Maiorca, figlia di Enzo Maiorca, il leggendario signore degli abissi morto negli anni scorsi, che si è rivolta alla Capitaneria di Porto, all’Arpa ed al personale dell’Asp.