Un premio alla carriera giornalistica verrà consegnato ad Avola  domani sera a Salvatore Cusimano , nell’ambito di un convegno su “L’informazione nel territorio nell’era del digitale” che comincerà alle 18 al Teatro comunale. Cusimano che oggi ricopre il ruolo di direttore della sede Rai per la Sicilia, è “uno dei volti più conosciuti nell’Isola per avere raccontato in tv la mafia, dal maxi processo di Palermo, alle stragi di Capaci e di via D’Amelio”, afferma la motivazione del riconoscimento. Sarà il sindaco di Avola, Luca Cannata a consegnargli la targa al termine del suo intervento.

Cusimano affronterà il tema “La mafia ha cambiato strategia, non è più quella stragista ma c’è”. Al convegno interverranno tra gli altri, Laura Valvo, responsabile della redazione di Siracusa del quotidiano ‘La Sicilia’, Gaetano Scariolo, corrispondente dell’Agi e di Blogsicilia e di recente rimasto vittima di un’intimidazione subita a Siracusa, Tiziana Martorana, capo servizio della Tgr Sicilia Rai e Raffaella Daino, corrispondente per la Sicilia di Sky Tg24.

In programma anche gli interventi della vice presidente della Commissione Antimafia e anticorruzione, Rossana Cannata che relazionerà sulla ‘corruzione nella pubblica amministrazione’. A parlare di ‘Comunicazione politica nell’era dei Social, sarà Giuseppe Liistro dell’ufficio informatico del Comune di Avola. A moderare i lavori sarà il giornalista Tino Iozzia, che aprirà i lavori intervenendo prima sulla crisi della carta stampata.