La Guardia di finanza ha sequestrato un’area di 5 mila metri quadrati dove erano stati abbandonati un ingente quantitativo di rifiuti industriali e scarti di lavorazione in contrada San Cusumano, ad Augusta, nel Siracusano.

Grazie alla collaborazione dei tecnici dell’Arpa di Siracusa, del Libero Consorzio e dell’Asp, è stato possibile procedere a una campionatura dei rifiuti che ha rivelato la presenza di polvere di pirite, particolarmente nociva per la salute pubblica qualora non correttamente gestita e smaltita.

Il sito industriale, composto anche da un capannone, si trova all’interno dell’Area di sviluppo industriale (ex Asi). I finanzieri della Compagnia di Augusta hanno denunciato il curatore fallimentare della società proprietaria del sito per omessa bonifica e conferimento abusivo di rifiuti.

Si tratta dell’ennesima discarica inquinante sequestrata dalle forze dell’ordine nelle ultime settimane in Sicilia