L’ex sindaco di Avola, Antonino Barbagallo, ex assessori, e dipendenti del comune di Avola, accusati di peculato e truffa sono stati rinviati a giudizio dal gip del Tribunale di Siracusa.

Secondo la Procura Barbagallo, negli anni 2011 e 2012, avrebbe costretto i dipendenti del Comune ad eseguire lavori nella sua abitazione. In totale sono 14 le persone rinviate a giudizio.

L’ex primo cittadino è accusato di aver utilizzato l’auto blu per motivi personali e aver dato contributi in denaro ai propri elettori, utilizzando fondi dei Servizi sociali.