E’ un “Governo regionale distratto” sulla crisi dell’aeroporto di Trapani Vincenzo Florio. Lo ha dichiarato ieri il sindaco Giacomo Tranchida a BlogSicilia, nel corso della presentazione della maglia ufficiali del Trapani Calcio alla Tonnara Bonagia. “Temo che il Governo della Regione Siciliana sia stato un po’ distratto dalle vicende della Sicilia orientale – ha dichiarato – ma la Sicilia è un tutt’uno. Anche lo Stato però non può girarsi dall’altra parte rispetto alle infrastrutture strategiche per il territorio”.

Così il primo cittadino ha lamentato che si è dovuto sobbarcare tutta la responsabilità sulla crisi dello scalo aeroportuale. “Se la Regione se ne frega e lo Stato è distratto – ha continuato – sono i comuni, impegnati a togliere la spazzatura dalle strade, che devono occuparsi anche delle infrastrutture strategiche”. Tranchida si è detto poi “deluso dai tempi morti della Regione”.

L’assemblea degli azionisti di Airgest ha nel frattempo nominato il marsalese Stefano Ombra presidente della società che gestisce il Vincenzo Florio, una nomina vista di buon occhio dal sindaco. “Ha esperienza in materia – ha detto -. Ora mi auguro che ci sia la voglia di riscatto anche da parte del Governo nazionale. La città di Trapani sta facendo già del suo”.

Il sindaco ha rilanciato, infine, l’idea di istituire un sistema aeroportuale integrato tra gli aeroporti di Palermo e Trapani e ha annunciato per fine settembre un vertice con il nuovo Ministro per il Sud al fine di affrontare la problematica degli scali minori del meridione: “Fondamentali per lo sviluppo del territorio “, ha concluso Tranchida.