Individuati ed arrestati dai Carabinieri i presunti autori della rapina ai danni della farmacia “Calafarma” di Mazara del Vallo. Si tratta di due persone che adesso sono state ristrette agli arresti domiciliari.

Le indagini dei Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno consentito di individuare quelli che l’accusa ritiene essere gli autori del colpo identificando in Aurelio Barraco di 54 anni e Alessandro Di Simone di 43 anni,  entrambi mazaresi e che gli inquirenti definiscono ‘l’incubo delle farmacie di turno’.

La rapina risale alla scorsa estate quando i due, con volto coperto e armati di un coltello di grosse dimensioni, irrompevano nella farmacia impossessandosi dell’incasso giornaliero pari a circa duemila euro.

Si trattava dell’ennesimo colpo ai danni delle farmacie di turno in orari particolarmente sensibili e per questo i Carabinieri avviavano un protocollo di intensificazione dell’aspetto preventivo mediante l’esecuzione di specifici servizi anti rapina, dall’altro lato iniziavano indagini, finalizzate all’individuazione degli autori del reato.

Proprio per le indagini sono state determinanti le testimonianze delle vittime e dei clienti che hanno assistito al colpo e il ricorso alle più moderne tecniche investigative per l’analisi scientifica delle immagini estrapolate dai sistemi di videosorveglianza.

I due arrestati sono stati posti ai domiciliari su disposizione dell’autorità giudiziaria e in particolare a Barraco è stato imposto l’uso del braccialetto elettronico.