Una soccorritrice del 118 mentre era al di fuori dagli orari di lavoro ha salvato la vita di una bimba di circa 13 mesi. È successo ad Alcamo, per la precisione in viale Europa. Adriana Ferrara, dipendente della Seus, mentre passeggiava ha sentito urla e richieste di aiuto. “Ho visto un uomo che teneva una bimba di circa un anno a testa in giù, scuotendola- racconta- Ho subito compreso che la situazione fosse grave e mi sono precipitata a soccorrere la bimba, che stava rischiando di morire affogata a causa di una sottiletta. Era, infatti, cianotica e con la bava alla bocca”.

Per fortuna il tempestivo e professionale intervento della soccorritrice del 118 ha scongiurato il peggio. Adriana Ferrara ha praticato le manovre per disostruire le vie respiratorie della piccola, fino a farle espellere ciò che la stava soffocando. Intanto alcuni passanti avevano chiamato il 118 di Alcamo e quando l’ambulanza è giunta sul posto la piccola aveva ripreso a respirare.

La soccorritrice della Seus è stata pubblicamente ringraziata dalla mamma della bimba, anche con un post su Facebook: “Senza di te non so come sarebbe finita, per fortuna eri lì a soccorrere la mia bambina. L’hai salvata, sei stata il nostro angelo custode e non basterà una vita intera per ringraziarti. Che Dio di benedica…”.