Settantaquattro punti alla gamba sono serviti a una donna di 41 anni di Castelvetrano (Tp) aggredita da un cane randagio. La donna è stata aggredita dall’animale alla gamba sinistra mentre era in servizio nel piazzale della ditta per cui lavora.

La vicenda, riportata dal Giornale di Sicilia, si è consumata in contrada Rampante, traversa della via Partanna a Castelvetrano.  È ancora sotto shock Ninfa Vincenzini, 41 anni, vittima dell’aggressione e salvata dall’intervento del marito. I medici del pronto soccorso hanno dovuto apportare 74 punti di sutura alla gamba sinistra della donna che stava spingendo un carrello della spesa nei pressi della ditta dove lavora. La donna ha denunciato l’accaduto ai carabinieri.

Intanto a Castelvetrano il cane che avrebbe aggredito la 41enne rimane in libertà. Il canile municipale è chiuso in seguito ad una ordinanza del sindaco dovuta a un presunto caso di Leptospirosi segnalato lo scorso 3 luglio dal responsabile dell’Asp, Dipartimento di Prevenzione Veterinaria Area di Sanità Pubblica Veterinaria.