Soltanto l’intervento di un uomo molto coraggioso ha evitato il peggio.
Una turista che domenica passeggiava con il suo cagnolino in via Fiume d’Italia, ad Aspra, è stata aggredita da un pitbull.
A salvarla, un operatore ecologico che lavora per l’Amb, l’azienda partecipata del Comune di Bagheria che gestisce la raccolta dei rifiuti.

La vicenda viene raccontata dal Giornale di Sicilia.

L’uomo, Luigi Esposito, intorno alle 6.10 del mattino, mentre stava svolgendo il suo servizio, ha assistito all’aggressione.
E’ sceso prontamente dal mezzo che conduceva ed ha afferrato il pitbull per la gola facendogli mollare la presa, ma il cane aggressore si è avventato nuovamente sul cagnolino e la sua padrona mordendole la mano sinistra.

“A questo punto – racconta Esposito ancora al Giornale di Sicilia – ho afferrato nuovamente per la gola il pitbull che stavolta mollava definitivamente la presa della signora che veniva messa in salvo insieme con il suo cagnolino”.

Intanto intervenivano gli agenti del commissariato di polizia che insieme all’operatore ecologico riuscivano a legare il pitbull con una corda ad una ringhiera.

La turista è stata accompagnata al Punto di primo soccorso dove è stata accertata la lesione a un dito della mano sinistra.
Il pitbull è stato invece portato in un canile della zona.

La notizia dell’aggressione della turista ha suscitato grande paura e riacceso il dibattito sul problema del randagismo.

Intanto la Giunta comunale di Bagheria ha indetto una gara per l’affidamento del servizio per la cattura, ricovero, custodia, mantenimento e cure sanitarie dei cani randagi prelevati sul territorio attraverso una procedura negoziata.

(foto di repertorio)