I carabinieri hanno trovato alcuni lingotti d’oro in una cassaforte a casa del ‘re delle scommesse online’ Calogero Luppino, fermato oggi dai pm della Dda di Palermo con l’accusa di associazione mafiosa. Nelle stessa cassaforte c’erano contanti per migliaia di euro in banconote da 500, 200, 100 e 50 euro, orologi di grande pregio e vari altri preziosi.

Luppino avrebbe controllato il settore economico dei giochi e delle scommesse affidando alcune agenzie a esponenti mafiosi e avrebbe inoltre destinato parte dei guadagni delle sue attività imprenditoriali al sostentamento delle famiglie mafiose di Castelvetrano, di Campobello di Mazara e di Mazara del Vallo. L’imprenditore è difeso dall’avvocato Antonio Ingroia.

LEGGI ANCHE LA CORRUZIONE ELETTORALE