Una donna milanese di 67 anni è stata ricoverata d’urgenza all’ospedale di Trapani, dopo che aveva mangiato del tonno in un ristorante di San Vito Lo Capo.

La donna in vacanza nel centro turistico trapanese ieri si è sentita male dopo avere mangiato una fetta di pesce arrosto e delle fette affumicate.

E’ stata colta dalla sindrome sgombroide provocata dalla istamina prodotta dal pesce non ben conservato. L’istamina provoca un abbassamento repentino della pressione. Le condizioni sono apparse subito gravi visto che la turista stava facendo una terapia per tenere bassa la pressione. La donna è salva grazie all’intervento dei rianimatori del 118 di Palermo, Diego Tantillo e Lia Lo Bue, che si trovavano in servizio per il piano sanitario previsto per il Cous cous fest.

E’ stata rianimata. In codice rosso è stata portato al pronto soccorso dell’ospedale di Trapani. Le condizioni sono ancora serie. Sull’intossicazione indagano i carabinieri del Nas.