Una maxi piantagione di cannabis indica, con 520 piante con fusto alto circa un metro e mezzo e l’occorrente per l’irrigazione e la concimazione degli arbusti, è stata sequestrata dalla polizia in un appezzamento di terreno di via San Paolo, a Mazara del Vallo.

Agli arresti domiciliari, in attesa della convalida del provvedimento restrittivo, è finito il quarantenne Michele
Giacalone che è stato sorpreso dai poliziotti mentre innaffiava e si prendeva cura della piantagione.

L’uomo è accusato di coltivazione e produzione di sostanza stupefacente del tipo marijuana. In una casa rurale presente sul
podere, inoltre, sono stati sequestrati circa tre chili di marijuana e due bilancini di precisione. Secondo una prima stima
lo spaccio al minuto della marijuana ricavata dalla cannabis avrebbe potuto fruttare non meno di 500 mila euro.