sabato - 19 agosto 2017

 
#pd#Giancarlo Cancelleri#nello musumeci#angelino alfano#oroscopo blogsicilia

Archivio

la vicenda dell'uomo catanese morto nel 2013 ha commosso il mondo

LOCANDINA FILM - LA VOCE NEGLI OCCHI

La pellicola “La voce negli occhi” sulla storia di Salvatore Crisafulli in concorso al festival internazionale ‘Inventa un film’

“Quello che lascia stupiti – afferma il direttore artistico del Festival Internazionale “Inventa un film”, Ermete Labbadia – è come un film come “La voce degli occhi” non sia ancora distribuito adeguatamente nelle sale cinematografiche, nonostante l’importanza del tema trattato e la bravura e il pathos con cui il cast artistico e tecnico”.

0 condivisioni

La madre dell' "anti-welby" catanese aveva 80 anni

angela crisafulli (8)

Addio a mamma Angela, lottò con il figlio Salvatore Crisafulli per il diritto alle cure (FOTO)

Angela, con il figlio Salvatore, affetto da sindrome ‘locked-in’, aveva condotto una dura battaglia per il diritto alle cure, contro l’eutanasia, per l’assistenza dei pazienti post-comatosi, per la costruzione di un Centro Risvegli in Sicilia.

0 condivisioni

al disabile catanese, deceduto nel 2013, è dedicato anche un film

coma

La prima Giornata siciliana di Risvegli dal coma in ricordo di Salvatore Crisafulli

Ad organizzare la manifestazione la onlus Sicilia Risvegli, fondata nel 2009 da Pietro e Salvatore Crisafulli, che si era risvegliato da uno stato di coma definito dai medici vegetativo.

0 condivisioni

l'anti-welby catanese è morto nel 2003

13240064_241310086231408_742259167189428920_n

Disabili gravi, diventa un film la storia di Salvatore Crisafulli (FOTO)

La pellicola si intitola “La voce negli occhi”, ed è diretta dal regista palermitano Rosario Neri, Interamente girata in Sicilia, racconta la straordinaria e coraggiosa vita di Salvatore Crisafulli. L'intervista al fratello Pietro.

0 condivisioni

noto per le sue battaglie a favore dei disabili

pietro crisafulli

Era ‘scomparso’ all’estero, torna
a Catania Pietro Crisafulli

Arrestato e poi rimesso in libertà, le sue tracce si erano perse in Germania. “Sono stato trattato da terrorista. Sono stato obbligato a sottopormi ad una lunga cura”.

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.