“Il gip di Agrigento non ha convalidato l’arresto di Carola Rackete e non ha disposto nei suoi confronti nessuna misura cautelare. La nostra Carola è libera!”. Così Sea Watch in un tweet.

“Siamo sollevati – spiega la ong – dal fatto che il nostro capitano sia libero! Non c’era motivo per lei di essere arrestata, dato che aveva solo fatto una campagna per i diritti umani nel Mediterraneo e assunto responsabilità laddove nessun governo europeo lo aveva fatto”.

“Sorprende la scarcerazione di Carola Rakete. Io ribadisco la mia vicinanza alla Guardia di finanza in questo caso. Ad ogni modo il tema è la confisca immediata della imbarcazione. Se confischiamo subito la prossima volta non possono tornare in mare e provocare il nostro Paese e le nostre leggi”. Lo dice Luigi Di Maio.

“Le decisioni della magistratura vanno sempre rispettate. Sia quando piacciono sia quando non piacciono. Questo è il senso della divisione e dell’indipendenza dei poteri dello Stato”. Così il presidente della Camera Roberto Fico.

“Incredibile la decisione della magistratura di scarcerare il comandante della Sea Watch e di far cadere i capi d’accusa. Uno schiaffo alla sovranità dell’Italia e all’onore della nostra Guardia di Finanza, e un pericoloso precedente alla luce del fatto che altre navi di altre ONG sono in questo momento in mare alla ricerca di immigrati clandestini da portare in Italia con il preciso intento, e da oggi ufficialmente anche con il permesso dei giudici, di emulare quanto fatto da Carola Rackete. Una brutta, bruttissima pagina giudiziaria e perfino morale”. Lo dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera, Francesco Lollobrigida.

“Carola Rackete è libera. Per me è una buona notizia”. Così sui social Matteo Orfini, deputato del Pd, commenta la decisione del gip di Agrigento, Alessandra Vella, che non ha confermato il fermo della capitana della Sea Watch.

La notizia della decisione del Gip di Agrigento di non convalidare l’arresto della comandante della Sea Watch Carola Rackete e di rimetterla in liberà senza alcuna misure cautelare è stata accolta con un’ovazione dalla folla che sta manifestando a Palermo, davanti all’ingresso del porto, a sostegno della “Capitana”.

La liberazione di Carola è stata annunciata dal sindaco, Leoluca Orlando, che ha aggiunto: “Adesso aspettiamo Carola qui a Palermo”.

“Carola Rackete Il ministro dell’Interno spara a zero contro la Magistratura perché non ha obbedito ai suoi ordini. Ha perso la calma o anche la testa?”. Lo scrive su twitter il presidente del Pd Paolo Gentiloni.

“Oggi un altro segnale che il caso #SeaWatch è stato creato ad arte per distrarre gli italiani dai fallimenti e dalla paralisi del Governo”. Lo scrive su twitter il segretario del Pd Nicola Zingaretti.

“L’arresto della Capitana della Sea Watch non è stato convalidato dal Gip di Agrigento. L’ordinanza dice cose molto diverse da quello che va sostenendo il Ministro dell’Interno Salvini che ha già emesso la sentenza prima che inizi il processo.

L’ennesima dimostrazione del caso migranti creato ad arte da Salvini per distrarre gli italiani”. Lo scrive in una nota il vicesegretario Pd Andrea Orlando.