Vittoria a Caltanissetta, unico capoluogo di provincia al voto in questa tornata di ballottaggi in Sicilia, per il candidato del M5s Roberto Gambino che doppia il rivale Michele Giarratana del centrodestra.

Ribaltone in egual misura anche a Castelvetrano dove avviene il sorpasso del candidato grillino: Enzo Alfano, in svantaggio al primo turno di due punti, vince contro l’avversario civico Calogero Martire.

Il doppio colpo messo a segno dai 5 stelle sembra confermare i risultati dei sondaggi per le europee degli ultimi giorni utili che parlavano di ripresa pentastellata in Sicilia dopo le voci di tracollo mai confermate.

Sfide aperte fino alla fine, invece, negli altri due comuni che hanno visto contrapposti il centrodestra sperimentale in un caso aperto al Pd, e il centrosinistra ‘puro’ nell’altro caso ma sempre contrapposti ai candidati del Carroccio.

Ma alla fine la Lega non ce la fa e i suoi candidati Giuseppe Spata e Giorgio Randazzo perdono i duelli a Gela (Caltanissetta) e a Mazara del Vallo (Trapani) nonostante le piazze riempite da Salvini durante il suo tour elettorale: qui vincono Salvatore Quinci (52,41%) del centrosinistra, ma sostenuto anche da liste civiche e moderati, e Lucio Greco (52,45%), appoggiato da Forza Italia e liste civiche.

Giochi fatti da subito a Monreale dove Arcidiacono è sindaco (LEGGI QUI)

Veramente bassa l’affluenza finale che non si avvicina neanche al 50% degli elettori (LEGGI QUI)