“I genitori di bambini diversamente abili di Gela hanno presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Caltanissetta, denunciando la grave situazione che interessa ben cinque plessi scolastici del comune nisseno. Secondo tale esposto, questi bambini, affetti soprattutto da autismo, non hanno alcuna assistenza negli orari scolastici, peraltro prevista per legge, e sono abbandonati a se stessi, con gravissime ripercussioni non soltanto mediche, ma soprattutto di carattere comportamentale nei rapporti con i loro coetanei. A tale drammatica realtà, si deve purtroppo aggiungere anche la cancellazione del servizio di trasporto per i disabili da parte del Comune di Gela. L’Assessore comunale alla pubblica istruzione imputa questa drammatica situazione all’esiguità dei finanziamenti regionali che non permettono la copertura totale dell’assistenza in tutti i plessi scolastici gelesi. Infatti, a causa dell’azzeramento dei contributi provinciali dovuto alla cancellazione delle ex province regionali, lo stesso Comune non ha fondi sufficienti a garantire tali insostituibili servizi”.

Lo dichiara l’esponente dell’opposizione all’Ars Nello Musumeci, che ha presentato insieme ai deputati del Gruppo Lista Musumeci, Ioppolo e Formica, un’interrogazione al Governo regionale, per chiedere che siano posti tutti gli atti necessari per riavviare con urgenza l’erogazione dei servizi in favore dei bambini diversamente abili di Gela.

Nell’interrogazione si chiede, in particolare, al presidente della Regione quali iniziative intenda intraprendere il Governo regionale per garantire che questi bambini possano tornare ad avere piena e totale assistenza scolastica, così come previsto sia dalle leggi che dal buon senso.