La visita di Luigi Di Maio in Sicilia ha portato bene ai candidati del Movimento 5 Stelle che espugna le due roccaforti di Caltanissetta e Castelvetrano. Dopo le vittorie ai ballottaggi del capoluogo nisseno, il vicepremier e capo politico del M5S, Luigi Di Maio, ha deciso di tornare oggi in Sicilia per ringraziare i cittadini e i neo sindaci. Il vicepremier sarà nel pomeriggio di oggi in piazza Umberto I a Caltanissetta. Sul palco con lui  ci saranno i due primi cittadini appena eletti, Roberto Gambino ed Enzo Alfano e il deputato all’Ars di Caltanissetta, Giancarlo Cancelleri.

Intanto da Matera il leader dei Cinquestelle ha commentato i risultati elettorali siciliani, inviando una frecciata al Pd e al centrodestra e definendo “inquietante” l’alleanza Pd-Forza Italia posta in essere in alcuni comuni che sono stati chiamati al voto. “Quando vince il Movimento cinque stelle si mandano all’opposizione il Patto del Nazareno e gli estremismi. Quando non vince il Movimento Cinque Stelle, vincono coalizioni di Pd e Forza Italia insieme, come successo a Gela: questo è inquietante per il futuro del Paese. Per questo credo che bisogna continuare a dare fiducia al Movimento cinque stelle”. Cosi’, a Matera, il leader M5S Luigi Di Maio, rispondendo a una domanda sul risultato dei ballottaggi in Sicilia.

“Sono molto contento che da oggi – ha aggiunto Di Maio – il Movimento cinque stelle governi altri due Comuni importanti, tra cui Caltanisetta, capoluogo di provincia, Comune centrale della Sicilia ma che dobbiamo farlo diventare un Comune, una città centrale nel Mediterraneo”.