Il sindaco Giovanni Ruvolo e la Giunta comunale del capoluogo nisseno “apprendono con incredulità dell’operazione nella quale sono coinvolti Funzionari e Dirigenti del Comune di Caltanissetta”.

In una nota diramata dall’ufficio stampa si ribadisce la fiducia nella magistratura e viene annunciato che l’Amministrazione “laddove dovessero essere confermate le accuse oggi contestate, il Comune si costituirà parte civile per tutelare l’interesse dei cittadini e l’immagine della città e dell’Ente comunale”.