Gli esperti Unesco e la fondazione Federico II in una conferenza internazionale il 16 aprile a Caltanissetta e per l’occasione saranno aperte le porte della mostra “La Procesión”. Nei giorni in cui si accendono i riflettori su Caltanissetta, esperti Unesco e Fondazione Federico II terranno una conferenza – incontro internazionale nella città nissena che rappresenta un’altra tappa significativa nel progetto di Europassione denominato “Prospettiva Unesco” ed un’azione condivisa che coinvolge comunità, istituzioni, associazioni italiane ed europee in un importante percorso di salvaguardia e valorizzazione delle espressioni teatrali e rituali legate alla Settimana Santa.

Caltanissetta è tra le 40 città italiane che fanno parte di Europassione per l’Italia, nata nel 2004 e che dal 2013 è impegnata in un percorso di valorizzazione nazionale e internazionale della Settimana Santa e ha sottoscritto, come città capofila, il protocollo che lega i sindaci delle città coinvolte in un accordo di valorizzazione con Europassione, proposto e coordinato da Patrizia Nardi, che ha prodotto il 30 marzo scorso la Passione di Cristo nei Sassi di Matera, come evento che ha aperto già eventi culturali dedicati allaPasqua nella Capitale Europea della Cultura.

La Fondazione Federico II, in questo contesto, è uno dei soggetti fondatori della “Rete Europea delle Celebrazioni della Settimana Santa e della Pasqua”, che ha avviato il processo per richiedere al Consiglio d’Europa la menzione di itinerario culturale europeo per l’insieme delle celebrazioni e i patroni della Settimana Santa. La Rete auspica e sostiene il riconoscimento UNESCO al quale Europassione lavora da diversi anni.

Recessap è un’associazione aperta a tutte le religioni e ad ogni credo che vedono nella commemorazione della Passione, della Morte e Resurrezione di Cristo un enorme patrimonio culturale punto di riferimento per le rispettive Regioni e i rispettivi Paesi. Per l’occasione la mostra “La Procesión” – attualmente in corso a Palazzo Moncada, sede della conferenza – diventa una porta sulla città. Martedì 16 e mercoledì 17 aprile, infatti, sarà visitabile gratuitamente.