I Vescovi italiani, secondo il magistero di Papa Francesco e le linee guida approvate dall’Assemblea generale della CEI, pubblicate il 26 giugno 2019, hanno elaborato un direttivo per la tutela dei minori abusati e delle persone vulnerabili.

La diocesi di Acireale ha messo a disposizione degli strumenti – dichiara il vescovo mons. Antonino Raspanti – a favore dei presbiteri e degli operatori che hanno contatti con i più piccoli e le eventuali vittime così da offrire loro più informazione per prevenire ed ascoltare i casi di trasgressione”.

Il percorso formativo di lunedì 27 e martedì 28 gennaio proposto ai sacerdoti, ai dirigenti scolastici e agli insegnanti di religione della diocesi acese intende offrire le informazioni di base sulle tematiche concernenti la tutela dei minori attraverso una prospettiva interdisciplinare (legale, psicologica e sociale) in un’ottica che ponga al centro della riflessione il minore come persona e soggetto relazionale, inserito in una trama familiare di legami e significati.

Il corso è organizzato dalla diocesi di Acireale, dall’Università Cattolica del Sacro Cuore, dalla Fondazione Barbagallo, dalla Città del Fanciullo e dall’E.A.S (Ente Attività sociali di Acireale).