Ci sono uomini, donne, minori non accompagnati e tanti bimbi tra i migranti arrivata al Porto di Catania.

La nave ‘Vos Hestia’ di Save the Children ne ha sbarcato più di 200. E ci sono anche i corpi di cinque persone morte prima che i soccorritori potessero raggiungere la prima delle due barche in pericolo.

I sopravvissuti al naufragio sono stati assistiti dal personale medico e dai team di protezione dei minori.

I migranti sono stati recuperati in due diverse operazioni al largo della costa nordafricana.

Durante la navigazione verso Catania, Save the Children ha fornito acqua, cibo e coperte a tutte le persone a bordo. I sopravvissuti del primo naufragio, in particolare, sono attualmente assistiti dal personale medico e dai team di protezione dei minori per garantire che ricevano il supporto specifico che necessitano a seguito di un evento tragico come quello che hanno vissuto.

(ph Save the children)