Catania diventa capitale del Dono. Il capoluogo etneo si prepara ad accogliere, martedì 1 ottobre, l’unica data siciliana del “Giro dell’Italia che Dona”. L’evento è promosso dall’Istituto Italiano della Donazione con la collaborazione di Fondazione Ebbene e il patrocinio del Comune di Catania e della Regione Siciliana per promuovere anche in Sicilia la cultura del dono.

Dopo l’edizione dello scorso anno, che Fondazione Ebbene ha promosso proprio nelle scuole coinvolgendo e appassionando oltre 300 studenti catanesi, l’IID ha scelto di replicare il format, organizzando il primo roadshow del dono. Al centro dell’edizione 2019 ci sono appunto i giovani e il mondo della scuola. “È con grande orgoglio che ogni anno promuoviamo il Giorno del Dono a Catania – dichiara il Presidente di Fondazione Ebbene, Edoardo Barbarossa –. Il cuore dell’evento rappresenta, infatti, tutte quelle azioni che realizziamo in Sicilia e nel resto d’Italia per diffondere la cultura della prossimità, donando alle comunità azioni culturali per il contrasto alla povertà, illegalità e disuguaglianza”.

Il Giorno del Dono a Catania sarà scandito da diversi momenti. La mattina lo staff dell’IID e il sindaco del Comune di Catania Salvo Pogliese incontreranno all’Istituto Comprensivo “Sauro – Giovanni XXIII” tantissimi studenti, che grazie anche al contributo di alcune testimonianze potranno confrontarsi e raccontare la propria esperienza di Dono.Ma donare significa educare e formare i giovani, quelli contestati, distratti, quelli nel limbo delle loro scelte; accompagnarli verso una visione diversa della società fatta di solidarietà e amore per il prossimo. Ecco perché particolarmente significativa sarà la visita dei referenti dell’IID ai ragazzi dell’Istituto Penale per Minorenni di Acireale, discutendo sui valori e temi legati all’appuntamento.

Alle 16 il programma prosegue con il “Ballo in Piazza Bovio”, che darà il via alle attività di animazione e spettacolo che si svolgeranno casa di riposo Monsignor Ventimiglia. Con il Dono del Tempo, questo il titolo della seconda parte della giornata, alcuni studenti e i ragazzi del Polo Educativo Villa Fazio di Librino, coordinati dallo staff di Vivi in Energia, la Palestra per Tutti, si trasformeranno in animatori coinvolgendo gli anziani in frizzanti esibizioni.

Proprio l’1 ottobre si celebra la Giornata Internazionale degli Anziani, una ricorrenza che invita tutti a considerare la vecchiaia come un dono che si rinnova e che deve essere vissuto ogni giorno nell’apertura agli altri. Un doppio valore, il senso della seconda parte dell’appuntamento. Il Dono del Tempo vuole essere infatti un’iniziativa per evidenziare inoltre come il tempo libero e lo svago siano elementi essenziali per vivere una vita dignitosa e vanno garantiti a tutti, anche alle persone anziane.

Saranno presenti l’Assessore alla Famiglia e alle Politiche Sociali Giuseppe Lombardo, il Presidente dell’IPAB – Monsignor Ventimiglia Santo Primavera, i referenti dell’Istituto Italiano della Donazione e il Presidente di Fondazione Ebbene Edoardo Barbarossa.