Essere tornato a trovare la moglie incinta è costato l’arresto al catanese Riccardo Ventaloro, 46 anni. Era ricercato dal 23 marzo scorso quando è evaso dai domiciliari per una rapina commessa, nel luglio dl 2017 all’ufficio postale di San Giovanni in Marignano (Rimini), dopo averne assalito un altro a Mantova.

L’uomo è stato catturato da militari dell’Arma della compagnia di Gravina di Catania che, prima di portarlo in carcere, gli hanno notificato la misura cautelare emessa nei suoi confronti dalla Corte d’appello di Bologna.

Carabinieri hanno simulato un controllo nella casa della donna, mentre altri loro colleghi in abiti civili hanno circondato la zona. Militari in divisa anno citofonato senza ricevere risposta. Quando si sono allontanati la moglie di Ventaloro è scesa in strada e, dopo essersi accertata che i carabinieri in divisa fossero andati via, ha segnalato il ‘via libera’ al marito per farlo allontanare in auto. Quando l’uomo è sceso è stato arrestato e poi condotto nella casa circondariale di Catania.