Il 4 novembre in Italia si festeggia il Giorno dell’Unità Nazionale e la Giornata delle Forze Armate. Anche in Sicilia sono state organizzate parate e raduni. Il presidente della Regione Musumeci ha preso parte alla cerimonia organizzata ad Acireale dove ha voluto ricordare il tributo di vite umane pagato dall’Isola durante il primo conflitto mondiale e rendere omaggio alle Forze Armate italiane.

“Oggi, 4 novembre – ha detto – , giornata dedicata alla Vittoria di Vittorio Veneto e alle Forze Armate, desidero rivolgere un pensiero ai 52 mila siciliani caduti nella Prima guerra mondiale e un sentimento di gratitudine ai militari italiani impegnati in Patria e all’estero. Sono certo di interpretare  il pensiero di tutta la Comunità siciliana”.

La data è stata scelta per commemorare l’entrata in vigore, il 4 novembre del 1918, dell’Armistizio di Villa Giusti siglato nella tenuta del conte Vettor Giusti del Giardino, a Padova, dall’Italia e dall’Impero austro-ungarico. L’atto, con il quale termina ufficialmente la Prima Guerra Mondiale, consente agli italiani di rientrare nei territori di Trento e Trieste, e portare a compimento il processo di unificazione nazionale, iniziato in epoca risorgimentale. Non a caso la Grande Guerra, da diversi storici, viene considerata la quarta guerra d’indipendenza italiana. Oltre a festeggiare l’unità nazionale, la ricorrenza intende celebrare anche il sacrificio di tanti italiani chiamati alle armi, le cui vite sono state spezzate nella tragedia della guerra.