I Carabinieri del Nucleo Radiomobile del Comando Provinciale Carabinieri di Catania hanno arrestato il 28enne Valerio Renna ed un incensurato 19enne, entrambi di Misterbianco, perché ritenuti responsabili di furto aggravato, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento in concorso.

Una gazzella aveva notato due giovani in viale San Pio X i quali, in particolare, procedevano accostati a bordo di due scooter Honda SH. I militari, subito intuendo che uno degli scooter fosse stato appena rubato, hanno loro imposto l’alt ma uno dei due però, nel tentativo di sfuggire al controllo, si è schiantato con il fianco della loro autovettura di servizio cadendo mentre l’altro giovane era riuscito a dileguarsi.

Renna è stato immediatamente bloccato ed il complice, che frattanto aveva raggiunto la propria abitazione, è stato raggiunto ed arrestato dai militari della locale Tenenza mentre lo scooter, invece, è stato restituito all’incredula legittima proprietaria che ha ringraziato i Carabinieri. Gli arrestati sono stati posti agli arresti domiciliari in attesa delle determinazioni dell’autorità giudiziaria.

I Carabinieri hanno anche arrestato il 45enne Fabio Longo, di Aci Catena, perché responsabile dei reati di evasione, furto aggravato continuato e resistenza a pubblico ufficiale. L’uomo, che avrebbe invece dovuto trovarsi agli arresti domiciliari presso la propria abitazione, era stato notato dai militari intorno alle 3 di notte mentre, a bordo di una Lancia Y10, transitava lungo la via Capo Passero. Dopo essersi reso conto d’aver attirato la loro attenzione, ha accelerato dandosi disperatamente alla fuga che, in ogni caso, è durata ben poco.

Nel corso degli immediati accertamenti i militari hanno compreso il motivo del comportamento dell’uomo il quale, oltre all’evasione di cui si era reso protagonista, aveva rubato l’autovettura ad Acireale appena due ore prima. L’uomo è stato di nuovo messo ai domiciliari in attesa dell’udienza.