I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Catania Piazza Dante, in esecuzione di un ordine per la carcerazione emesso dal Tribunale di Catania, hanno arrestato il 38enne catanese Ignazio Luca Scattamaglia.

Nell’agosto del 2017 l’uomo si era reso protagonista unitamente a due complici, un uomo ed un donna, di una rapina ad una gioielleria di Aci Trezza. In quell’occasione l’intervento dei Carabinieri aveva consentito l’arresto in flagranza del terzetto che, comunque, aveva già percosso il povero gioielliere con il calcio della pistola in testa.

Lo Scattamaglia quindi, se pur gravato dagli arresti domiciliari nella propria abitazione, aveva fatto perdere le proprie tracce rendendosi irreperibile sin dallo scorso 1° luglio.

I militari pertanto, svolta nel tempo una minuziosa attività info-investigativa, hanno teso la trappola all’uomo che è stato rintracciato ed arrestato nell’abitazione della propria compagna sita in via Mulini a Vento.

L’arrestato, che dovrà scontare una pena di anni 2, mesi 8 e giorni 22 di reclusione per i reati di rapina aggravata in concorso, lesioni personali, ricettazione, resistenza a pubblico ufficiale ed evasione, è stato rinchiuso nel carcere di Catania Piazza Lanza.