Si è aperto poco dopo le 13 il portello della Stazione Spaziale Internazionale e gli astronauti Luca Parmitano dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa) e Andrew Morgan della Nasa sono usciti per affrontare la passeggiata spaziale più avventurosa di sempre, della durata di sei ore, nella quale dovranno ‘ringiovanire’ il cacciatore di antimateria Ams-02 (Alpha Magnetic Spectrometer).

AstroLuca è il primo astronauta europeo ad avere il ruolo di leader di un’attività extraveicolare.

Comincia adesso una vera e propria sfida per sostituire l’impianto di raffreddamento a uno strumento che non era stato progettato per essere riparato nello spazio.

L’attività extraveicolare di oggi ha l’obiettivo di preparare il terreno alle operazioni di manutenzione, previste nelle passeggiate spaziali successive, che saranno sicuramente tre e molto probabilmente cinque.

Secondo il programma di Esa e Nasa, la prima cosa che dovrà fare Luca Parmitano sarà raggiungere il braccio robotico della Stazione Spaziale, il Canadarm: un’operazione che richiederà circa 15 minuti. Altrettanto sarà il tempo necessario ad AstroLuca per agganciarsi al braccio robotico, che dovrà trasportarlo, in modo davvero acrobatico, fino allo strumento Ams-02, una struttura delle dimensioni di una stanza e pesante oltre sette tonnellate.

Il percorso durerà circa venti minuti e l’astronauta lo percorrerà sospeso sull’estremità del braccio robotico. Complessivamente, quindi, questa prima fase richiederà almeno un’ora.