La Polizia Ferroviaria della Sicilia passa al setaccio rottamatori e altre attività legate al riciclo del rame. Sono in tutto 50 le attività controllate, di cui 17 in siti di rottamatori, 126 le persone identificate. Tre persone risultato indagate in stato di libertà in seguito ai controlli che hanno permesso di recuperare oltre 100 kg di rame, oggetto di furti e ricettazione.

In particolare a Catania la Polfer ha indagato un 52enne che, in pieno giorno dopo aver scavalcato la recinzione, si è messo sui binari tra le stazioni di Catania Acquicella e Catania Bicocca e, con una tenaglia, ha iniziato ad armeggiare nei pressi di una cassa induttiva presente lungolinea. L’uomo è stato pizzicato dalle telecamere che hanno permesso agli agenti della Polfer di intervenire e bloccare l’uomo.

 

Altre due persone, titolari di due differenti ditte di rottamazione e gestione di rifiuti, sono state denunciate dalla Polfer ad Agrigento,  per aver intrapreso l’attività senza tutte le prescritte autorizzazioni, e a Castelvetrano (TP), per aver violato i sigilli collocati su di un’area sottoposta a sequestro nel gennaio di quest’anno. In questo sito, gli agenti hanno infatti trovato non solo i cancelli aperti ma anche appurato che  il materiale depositato nell’area, anch’esso sottoposto a sequestro, era stato asportato.