I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Catania, nell’ambito di un servizio anticrimine svolto nella zona “A” del Villaggio Sant’Agata, quartiere ad elevata presenza di frange aderenti alla criminalità organizzata catanese, hanno perquisito diversi caseggiati alla ricerca di armi.

In una di queste palazzine, ubicata al civico 19, precisamente all’interno del sottotetto di pertinenza del condominio, gli uomini della Squadra “Lupi” sono riusciti a rinvenire e sequestrare: fucile semiautomatico, marca Benelli, cal. 12, con matricola abrasa, con canna e calcio mozzati; fucile doppietta, marca Fratelli Tanfoglio, cal. 12, con canne e calcio mozzati;
21 cartucce (di cui 9 cal. 38, 6 cal. 7,65, 3 cal. 12 e 3 cal. 16); una paletta segnaletica recante la scritta “Servizio di Stato” nonché un lampeggiante privo di contrassegni matricolari.

Le armi, nei prossimi giorni, saranno inviate agli esperti del R.I.S. di Messina per gli esami di tipo balistico finalizzati a stabilirne l’eventuale utilizzo in pregressi episodi criminosi, nonché di ripristino delle matricole abrase così da poter risalire alla provenienza delle stesse.