Acireale perde due concerti tanto attesi. Le incertezze sul futuro del Palasport stanno costringendo gli organizzatori a trovare nuove soluzioni. Nei giorni scorsi Fabrizio Moro ha annunciato cambio data e cambio location per il suo live, inizialmente previsto ad ottobre ad Acireale e rinviato alle date del 7 e 11 novembre al Metropolitan di Catania. Ora tocca ai Gazzelle dirottare la tappa siciliana verso il PalaCatania di Catania, il 24 gennaio 2020. I fan che attendevano i tour dei due artisti possono stare tranquilli, il comune di Acireale un po’ meno.

Il Palasport di Acireale, infatti, è al centro di una polemica che coinvolge il comune di Acireale e Giuseppe Rapisarda, l’organizzatore di eventi che, negli ultimi anni, hanno contribuito a fare di Acireale una vera e propria città della musica.

La storia riguarda il Comune e la Multisport S.r.l, la società che aveva avuto in gestione dal Comune il terreno su cui oggi sorge il Palasport. Il canone d’affitto col tempo si è rivelato troppo alto per la società e così si è provveduto ad incaricare un curatore fallimentare che ha prolungato la vita dell’impianto sottoscrivendo contratti di utilizzo con gli organizzatori dei concerti.

Quest’anno il bene è tornato nelle mani del Comune che potrebbe riassegnare la struttura ad un’altra società, ma per lo svolgimento dei concerti già in programma occorre un piano di gestione che, a detta degli organizzatori, il Comune non ha ancora presentato. Ecco perché rischiano di saltare tutte le date della prossima stagione.

Sulla situazione è intervenuta anche Donata Indaco, in rappresentanza della Multisport, società che ha gestito l’impianto per 22 anni ed ha permesso la realizzazione di tutti gli eventi programmati: “Questo clima di incertezza ha fatto già saltare il concerto di Fabrizio Moro previsto ad Acireale e inoltre sta facendo programmare al PalaCatania concerti ed eventi che erano destinati ad Acireale come quelli di Gazzelle e Notre Dame de Paris. Dove vuole arrivare questa amministrazione?”

Sulla questione Palasport è intervenuto anche l’Assessore Regionale allo sport Manlio Messina. “La Regione si è messa a disposizione e l’emendamento è già stato approvato in Commissione per rendere più agevole il pagamento del mutuo. Auspichiamo che il Comune di Acireale metta gli organizzatori nelle condizioni di fare i concerti così come programmati. Ci rivolgiamo al Sindaco affinché intervenga immediatamente e renda fruibile la struttura. Questo è quello che ci auspichiamo e questo è quello per cui abbiamo tutti lavorato”.