La polizia di Caltagirone (Ct) ha fermato un uomo di origini sudamericane residente nello stesso comune perché accusato di continui atti persecutori nei confronti della ex compagna.

L’uomo è stato portato in carcere dopo che gli era stata prima notificata una misura di divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla donna e poi gli arresti domiciliari dopo aver continuato la sua condotta.

Ma ciò non è bastato. L’uomo ha continuato a perseguitare la ex, incurante delle prescrizioni che gli erano state imposte con gli arresti domiciliari, utilizzando ogni mezzo: dai pedinamenti alle minacce via social network. I poliziotti hanno raccolto le denunce della vittima e la Procura della Repubblica ha richiesto, e ottenuto, un provvedimento restrittivo più efficace: il carcere.