• Compie un furto di un rolex ai controlli dell’aeroporto 
  • Le indagini della polizia dopo la denuncia della vittima del furto
  • L’uomo denunciato ha ammesso il furto e restituito l’orologio

Ennesimo furto, sventato dalla Polizia di Frontiera dell’aeroporto di Catania, la quale a seguito d’indagini e accertamenti tecnici è riuscita a denunciare alla Procura di Catania un passeggero in partenza per Roma, responsabile del reato di furto aggravato.

Il furto ai controlli di sicurezza

Il tutto si è verificato all’aeroporto di Catania quando una passeggera dopo i controlli di sicurezza, dimenticava il proprio orologio Rolex con cinturino in metallo del valore di alcune migliaia di euro, all’interno dell’apposita vaschetta utilizzata dalla stessa; dopo essersi imbarcata sull’aeromobile diretto a Firenze la donna si è accorta di non essere più in possesso del costoso orologio e, una volta giunta a destinazione, ha presentato la denuncia di furto.

Identificato grazie alle telecamere

La polizia che opera a Fontanarossa ha avviato le indagini, visionando le registrazioni del sistema di videosorveglianza utilizzato per il controllo dei varchi di sicurezza. Attraverso le immagini si riusciva a individuare l’autore del reato, il quale era partito nello stesso pomeriggio con un volo diretto a Roma. Da ulteriori accertamenti è stato identificato. A suo nome risultava esserci un’ulteriore prenotazione di rientro da Roma a Catania. A seguito di ciò gli agenti, predisponendo apposito servizio, attendevano l’arrivo dell’aeromobile riuscendo a individuare il passeggero, il quale, informato del motivo dell’intervento, è stato accompagnato negli Uffici della Polizia di Frontiera.

L’orologio restituito alla donna

L’uomo ha confermato di essersi appropriato dell’orologio riferendo dove lo stesso si trovasse custodito, permettendo ai suddetti operatori di recuperarlo.