Tenta spaccata a colpi di martello ma viene arrestata davanti l’Unicredit. I Carabinieri della Stazione di Biancavilla hanno arrestato nella flagranza una 38enne di origini romene, risultata percettrice del reddito di cittadinanza, poiché ritenuta responsabile di tentato furto aggravato.

La scoperta durante un normale controllo

Nella tarda serata di ieri, i militari, mentre stavano eseguendo un controllo alla circolazione stradale in quella piazza Collegiata, hanno udito dei forti rumori provenienti dalla vicina via Vittorio Emanuele III. Accorsi immediatamente, sul posto hanno trovato una donna che tramite un grosso martello stava tentando di sfondare la vetrata principale della filiale dell’Unicredit.

Ha tentato di scardinare la porta della filiale

I carabinieri, dopo averla “disarmata” e posta in sicurezza, hanno potuto rilevare come precedentemente la signora, utilizzando sempre la stessa arma impropria, aveva tentato di scardinare lo sportello bancomat dell’istituto di credito. Il martello è stato sequestrato, mentre l’arrestata, in attesa della direttissima, è stata relegata agli arresti domiciliari.

Un arresto per spaccio di droga

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Catania Fontanarossa hanno arrestato nella flagranza il 50enne catanese Giuseppe Scuderi, poiché ritenuto responsabile di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale. I militari, impegnati in un servizio antidroga nel quartiere Librino, mentre percorrevano il viale San Teodoro hanno visto transitare a bordo di una Fiat Panda il soggetto già noto agli operanti per i trascorsi penali in materia di stupefacenti.

Questi, nonostante l’alt intimatogli dalla pattuglia, prima ha fatto finta di ottemperarvi per poi fuggire a tutta velocità. Dopo un concitato inseguimento, l’uomo è stato bloccato in una delle viuzze del quartiere Pigno dove, previa perquisizione personale, è stato trovato in possesso di oltre 900 euro in contanti. I carabinieri hanno altresì recuperato una busta di plastica, che il soggetto durante la fuga aveva lanciato dal finestrino dell’autovettura, contenente 80 grammi di cocaina. La droga e il denaro sono stati sequestrati, mentre il 50enne, assolte le formalità di rito, è stato associato al carcere di Catania Piazza Lanza.