Tra gli applausi si chiude la 22esima edizione della kermesse estiva di Zafferana Etnea (CT) “Etna in Scena” che nonostante l’emergenza sanitaria, il distanziamento sociale e le mascherine è riuscita a toccare il cuore del pubblico, regalando un’estate indimenticabile.

Cala il sipario con centinaia di spettatori ad ogni appuntamento e che ha visto esibirsi sul palco del teatro Falcone –Borsellino centinaia di artisti dai big della musica nazionale, tra i più importanti del panorama musicale italiano, ai cabarettisti, dalle compagnie locali alle tribute band fino al jazz. Oltre 50 appuntamenti in cartellone per i gusti di tutti, dai più grandi ai più piccoli, sempre nel pieno rispetto delle norme di sicurezza.

“Siamo davvero soddisfatti di essere riusciti a realizzare la nostra rassegna – sottolinea il sindaco Salvatore Russo – che ci ha permesso in questi mesi di regalare momenti di spensieratezza ai nostri cittadini e agli spettatori venuti a trovarci da diverse parti della Sicilia. Abbiamo dato un segnale di ripresa e di ripartenza attraverso la nostra principale risorsa che è il turismo e riaccendere la macchina economica della nostra cittadina. Stiamo continuando a lavorare per il bene del territorio e dei cittadini che per noi rappresentano una priorità assoluta”.

Da luglio a settembre un crescendo di appuntamenti con Vinicio Capossela, Max Gazzè, Marco Masini, Alice canta Battiato e Lello Analfino e i Tinturia, e poi ancora l’ex comico di Zelig, Maurizio Battista, la squadra di “Sicilia cabaret” e Gino Astorina e il “Gatto Blu”.

Sotto i riflettori anche nomi internazionali della musica grazie a “Zafferana Jazz Festival”, promossa dall’associazione culturale Catania Jazz, i Miracle, la tribute band siciliana dei Queen, il premio “Carlo Mangiù” nel ventennale dalla morte e la musica classica con il Coro lirico Siciliano. E poi ancora il mitico Stef Burns, chitarrista di Vasco Rossi, l’omaggio a “Vitaliano Brancati” con Galatea Ranzi e David Coco e il film documentario di “Diego Ronsisvalle.