Nuovo successo, questa volta al cambio di categoria, per il siciliano Angelo Mangione che a Fondi, in provincia di Latina, si è laureato campione d’Italia cinture nere 2022 nella categoria Juniores -68 kg.

Poche settimane fa la giovane promessa del Team Mangione aveva conquistato a Genova nel recupero del campionato che non si è potuto disputare lo scorso anno a causa del Covid, il titolo nazionale nella categoria Cadetti 2021.

Un appuntamento, quello dello scorso fine settimana, che ha visto sfidarsi le cinture nere juniores provenienti da tutta Italia con circa 700 iscritti.

Angelo Mangione, classe 2007, tra i più giovani nella categoria, ha superato in maniera netta gli avversari molti di cui nati negli anni 2006 e 2005.

Una finale a senso unico

Nella finale al Palazzetto dello Sport del centro laziale, il giovanissimo atleta di Leonforte ha avuto la meglio su Francesco Scamolla (Centro Taekwondo Celano Abruzzo) vincendo con un risultato di 31 a 10 per superiorità tecnica.

Il cammino tricolore di Angelo Mangione

In precedenza, in semifinale Mangione aveva avuto la meglio su Simone Luigi Caloiero (scuola Taekwondo Salerno) con un risultato finale di 27 a 11.

Nei quarti di finale ha battuto Davide Lupo (Asd New Marzial Mesagne) con un risultato di 24 a 4 per superiorità tecnica.

Ed aveva iniziato il suo cammino dagli ottavi di finale avendo ragione su Filippo Ragni (scuola club Ancona), con un netto 27 a 0, anche questo per superiorità tecnica. Tre incontri su quattro, inclusa la finale, si sono conclusi in favore dell’alfiere del Team Mangione per superiorità tecnica.

Nino Mangione “Conferme che concretizzano nostro lavoro”

Nino Mangione, tecnico e padre di Angelo, commenta il weekend che ha portato al nuovo titolo nazionale. “Ennesima medaglia d’oro ai livelli più alti del taekwondo nazionale – osserva – ulteriori conferme che concretizzano il lavoro svolto nel nostro Centro Sportivo di Leonforte. Iniziando dall’avviamento al Taekwondo e allo sport, riusciamo a formare grandi campioni. Il lavoro in team con il direttore tecnico Maria Catena Salamone della Società Sportiva, Flavia Giunta, Nicola Abbate, ci sta permettendo di raggiungere performance ottimali”.

E continua: “Nei prossimi giorni si avvieranno i raduni della nazionale italiana di taekwondo nel centro di preparazione olimpica a Roma nella preparazione del prossimo mondiale che ci sarà ad agosto. Angelo Mangione, convocato in precedenza, sarà nuovamente convocato per ottimizzare sempre di più i livelli agonistici”.

Prospettive azzurre anche per Anthea Mangione

Dopo i due titoli nazionali conquistati a Genova, Anthea Mangione può sicuramente sperare nella convocazione della nazionale soprattutto se la Fita decidesse di prender parte ai Mondiali cadetti in programma ad agosto. Tra gli obiettivi di quest’anno anche l’ingresso nella squadra regionale con la rappresentativa siciliana per la Coppa Italia che si svolgerà a giugno a Roma.